26+ Statistiche e fatti sulla sicurezza informatica per il 2020

30 anni fa Internet era nuovo ed eccitante, oggi Internet può essere un posto pericoloso. Ecco cosa dovresti sapere sulle ultime novità statistiche sulla sicurezza informatica per il 2020.


Il crimine informatico è in aumento e, sebbene ciò non ti impedisca di utilizzare le risorse online, dovrebbe sicuramente incoraggiarti a rafforzare la tua sicurezza IT.

Statistiche e fatti sulla sicurezza di 2020cyber

Ecco una raccolta delle più aggiornate statistiche sulla criminalità informatica e sulla sicurezza informatica per il 2020 per darti lo stato attuale di ciò che sta accadendo nel mondo della sicurezza informatica.

Condividere su:

Contents

Nel 2019 i dispositivi IoT (Internet of Things) diventeranno i principali obiettivi degli attacchi di malware

Fonte: https://www.beyondtrust.com/blog/entry/beyondtrust-2019-security-predictions

BeyondTrust, una delle principali società di sicurezza informatica, lo prevede I dispositivi Internet of Things (IoT) diventeranno i principali obiettivi degli hacker nel 2019. Perché? Poiché i dispositivi IoT (ad es. Smart TV, altoparlanti intelligenti, giocattoli collegati, dispositivi indossabili, dispositivi intelligenti, ecc.) Non sono costruiti tenendo conto della sicurezza informatica e questi gadget intelligenti possono essere sfruttati.

Lo spam tramite e-mail è il metodo più comune per i criminali informatici per diffondere malware

Fonte: https://blog.f-secure.com/failed-delivery-spam/

Indurre gli utenti a fare clic su collegamenti dannosi è il metodo più comune per i criminali informatici di diffondere malware. Lo spam tramite e-mail è stato il metodo più comune per i criminali informatici di diffondere malware nel 2018. Circa Il 69 percento delle e-mail di spam tenta di indurre gli utenti a visitare un URL dannoso. Nel rimanente 31 percento di spam sono stati utilizzati allegati dannosi.

La rete esterna che collega le case intelligenti rende gli Stati Uniti, il Regno Unito e la Cina più vulnerabili agli attacchi

Fonte: https://www.vpngeeks.com/21-terrifying-cyber-crime-statistics-in-2018/

I dispositivi domestici intelligenti stanno diventando sempre più diffusi. Sono convenienti e ci aiutano ad affrontare la nostra vita quotidiana. Tuttavia, non si deve trascurare il fatto che i criminali utilizzano dispositivi domestici intelligenti per sfruttare le persone con loro. La rete che collega le case intelligenti negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Cina è connessa a una rete esterna e se il tuo router non ha la sicurezza adeguata, allora sei fortemente a rischio per un hacker.

Circa 1 su 5 file non sono protetti

Fonte: https://info.varonis.com/hubfs/2018%20Varonis%20Global%20Data%20Risk%20Report.pdf

Quando si esaminano 6,2 miliardi di file, inclusi quelli che contenevano registri sanitari e informazioni finanziarie, circa 1 su 5 era completamente aperto per accesso globale. La cosa peggiore è che anche le aziende lo stanno perpetuando. Circa 2 aziende su 5 avranno più di 1000 file aperti a chiunque, compresi i file con informazioni sensibili.

Il crimine informatico sta rapidamente diventando più redditizio del commercio illegale di droga

Fonte: https://cybersecurityventures.com/hackerpocalypse-cybercrime-report-2016/

Il crimine informatico causa molti più danni di quanti ne sappiano tutti e sta diventando una delle maggiori sfide dell’umanità. Entro il 2021, potrebbe costarci $ 6 trilioni combattere. Quando vengono hackerate aziende come Yahoo o Equifax, le dimensioni, la raffinatezza e il costo di questi crimini aumentano a un ritmo astronomico.

Gli utenti negli Stati Uniti aprono circa 1 su 3 email di phishing

Fonte: https://enterprise.verizon.com/resources/reports/dbir/

Mentre Email di phishing aperte 1 su 3, una percentuale inferiore fa di nuovo clic sui collegamenti o sugli allegati infetti. Circa il 12 percento è vittima delle infezioni effettive derivanti dal phishing.

La perdita di informazioni rappresenta il 43 percento dei costi degli attacchi informatici

Fonte: https://www.accenture.com/us-en/event-cybertech-europe-2017?src=SOMS

Gli attacchi informatici sono costosi e la parte più costosa di questo è la perdita di informazioni. La perdita di dati si verifica durante gli hack e se le informazioni appartengono a terze parti, può essere incredibilmente costoso tentare di ripristinare quei dati persi.

Entro il 2020, ci saranno 300 miliardi di password utilizzate in tutto il mondo

Fonte: https://www.scmagazine.com/home/other/research/video-300-billion-passwords-by-2020-report-predicts/

In questi giorni, sembra che ci sia una password per quasi tutto. Tra umani e macchine, ci sarà all’incirca 300 miliardi di password utilizzato in tutto il mondo entro il 2020. Le password sono fondamentali per garantire la protezione della sicurezza informatica e mitigare le potenziali minacce.

Oltre la metà dei millennial ha subito un crimine informatico nell’ultimo anno

Fonte: https://www.arabianbusiness.com/2-5m-uae-consumers-said-be-hit-by-cyber-crime-in-past-year-653743.html

I millennial sono il gruppo di persone più colpito dal crimine informatico. Questo è potenzialmente perché sono il gruppo più tecnologicamente esperto. In ogni caso, in giro 53 percento dei millennial ha subito il crimine informatico nell’ultimo anno.

I dati personali possono essere acquistati nell’intervallo da $ 0,20 a $ 15,00

Fonte: https://www.rsa.com/content/dam/premium/en/white-paper/2018-current-state-of-cybercrime.pdf

Che tipo di tariffa inseriresti nei tuoi dati personali? Sfortunatamente, altri potrebbero non valutarlo come alto. Poiché i dati personali vengono venduti per così poco, ti consigliamo di fare attenzione. Gli individui che si trovano nel mercato di vendita hanno molte più probabilità di provare ad accumulare quanti più dati possibili per vendere.

Informazioni sulla carta di credito vende all’estremità superiore rispetto ad altri tipi di dati personali. Rendere le tue informazioni il più difficili da rivendere il più possibile ne ridurrà il valore a chiunque tenti di guadagnare un paio di dollari dalla tua identità.

Il premio per il tasso di criminalità informatica più basso va ai Paesi Bassi. Il più alto va in Indonesia.

Fonte: https://www.vpngeeks.com/21-terrifying-cyber-crime-statistics-in-2018/

Solo 14 percento della popolazione nei Paesi Bassi è stata colpita dal crimine informatico, all’incirca 59 percento della popolazione in Indonesia era. Sebbene l’obiettivo dovrebbe essere quello di non avere alcun impatto sul crimine informatico, la maggior parte dei paesi cade da qualche parte nel mezzo. Una grande parte della riduzione di questo tasso consisterà nell’educare le persone su come essere intelligenti online e non impegnarsi in comportamenti rischiosi.

Se hanno una violazione dei dati, in genere le aziende impiegano più di 6 mesi per notarlo. 

Fonte: https://www.zdnet.com/article/businesses-take-over-six-months-to-detect-data-breaches/

Anche dopo Yahoo ed Equifax, le aziende non ci pensano come potrebbero essere. Il fatto che le aziende impiegino più di 6 mesi a rendersi conto di avere una violazione dei dati significa che sei sempre più suscettibile al furto delle tue informazioni.

Essere vulnerabili agli attacchi significa che dipende da quali aziende ti fidi e da chi fornisci le tue informazioni. Gli attacchi accadono, ma il tempo che trascorre mentre le aziende notano si traduce in una quantità inaccettabile di informazioni acquisite dai criminali informatici.

Si stima che circa il 95% degli errori di sicurezza del cloud sia colpa del cliente

Fonte: https://www.gartner.com/smarterwithgartner/is-the-cloud-secure/

Mentre le grandi aziende sono quelle che vengono spesso prese di mira dai media perché lasciano passare violazioni della sicurezza, i consumatori non sono del tutto fuori di testa. Sembra che in giro 95 percento di errori di sicurezza del cloud risultano in difetto del cliente.

L’uso complesso del cloud non lo rende sempre facile da usare, ma il modo in cui viene attualmente utilizzato consente una varietà di violazioni dei dati. Andando avanti, questo problema può essere affrontato implementando e applicando politiche sulla proprietà, la responsabilità e l’accettazione del rischio del cloud.

Word, PowerPoint ed Excel (i formati di Microsoft Office) comprendono il gruppo più diffuso di estensioni di file dannose.

Fonte: https://www.cisco.com/c/dam/m/digital/elq-cmcglobal/witb/acr2018/acr2018final.pdf

Arrivo a circa 38 percento, Formati di file di Microsoft Office. Anche se questo può sembrare vago, probabilmente ti colpisce ogni singolo giorno. Questi formati di file Microsoft vengono generalmente inviati come estensioni o allegati nelle e-mail. Questi allegati di file – vettori di minacce comuni per i malware – sono problematici per la sicurezza informatica in quanto molti utenti li utilizzano.

WordPress è il software di creazione di siti Web più popolare che attualmente alimenta oltre il 30% di tutti i siti Web su Internet. Ma il 73,2% di tutte le installazioni di WordPress è aperto alle vulnerabilità.

Il tasso di disoccupazione della sicurezza informatica si avvicina allo 0 percento.

Fonte: https://www.gomindsight.com/blog/cybersecurity-statistics/

Entro il 2021 – lo stesso anno in cui la sicurezza informatica ci costerà $ 6 trilioni di dollari – si prevede che anche i posti di lavoro colpiranno 3,5 milioni. Sono necessarie competenze sulla sicurezza informatica e ora sono necessarie. Maggiore è il numero di addetti alla sicurezza informatica che possono essere impiegati, meglio è combattere le sfide alla sicurezza che stiamo affrontando.

Poiché la sicurezza informatica minaccia di far deragliare le aziende, tutti stanno cercando di attirare qualcuno (anche come consulente) per aiutarli a eliminare eventuali rischi.

Circa il 70% delle organizzazioni afferma che il rischio per la sicurezza informatica è aumentato in modo significativo nel 2017

Fonte: https://www-01.ibm.com/common/ssi/cgi-bin/ssialias?htmlfid=SEL03130WWEN&

Solo negli ultimi anni abbiamo iniziato a sentire parlare di violazioni dei dati e di grandi aziende violate per i loro dati. Sebbene questo problema non si sia verificato solo negli ultimi due anni, il rischio è sicuramente aumentato. Perché? Perché il denaro è ora un fattore enorme. Gli hacker possono guadagnare molto ottenendo informazioni preziose dalle aziende, rubando i dati delle carte di credito dai clienti o ricattando le società minacciando di interrompere le loro attività commerciali.

Le aziende hanno paura di questa potenziale minaccia alla sicurezza informatica perché il 71% dei clienti afferma che lascerebbe un’organizzazione dopo una violazione dei dati.

Fonte: https://www.agcs.allianz.com/insights/expert-risk-articles/risk-future-cyber/

Potresti chiederti perché un’azienda del valore di milioni potrebbe cedere in un hacker. È a causa dei loro clienti e di quanto è in gioco se lasciano. Se 7 clienti su 10 rimangono “Sono fuori” se un’azienda riscontra questo problema, è meglio non riscontrarlo.

Se le persone fossero fedeli alle loro parole, la compagnia sarebbe finita in un batter d’occhio. Evitare del tutto i rischi per la sicurezza informatica o ripagare un hacker vale la pena per le aziende che non vogliono perdere l’intera base di clienti.

Ogni anno negli Stati Uniti ci sono oltre 130 violazioni di dati target su larga scala.

Fonte: https://www.accenture.com/us-en/event-cybertech-europe-2017?src=SOMS#block-insights-and-innovation

Mentre gli Stati Uniti stanno iniziando a parlare sempre più delle violazioni dei dati che si verificano, il numero di attacchi è in costante aumento. Ci sono 130 su larga scala attacchi che si verificano ogni anno e il numero è in aumento 27 percento. Ci stiamo rapidamente muovendo verso una crisi della sicurezza informatica senza alcun miglioramento.

Le piattaforme Android sono altamente sensibili agli attacchi di sicurezza informatica

Fonte: https://www.agcs.allianz.com/insights/expert-risk-articles/risk-future-cyber/

La quantità di malware (software dannoso) installata su piattaforme Android ha aumentato del 400 percento. Parte del problema è il fatto che le persone sono molto più rilassate quando si tratta dei loro smartphone rispetto ai loro computer. Mentre 72 percento degli utenti ha software antivirus gratuito solo sul proprio computer portatile 50 percento hanno qualsiasi tipo di protezione sul proprio telefono.

Tieni presente che questo è pericoloso perché i dispositivi mobili sono ora assistenti personali portatili. Sono abituati a tenere traccia di tutto, dalle informazioni relative al lavoro alla famiglia e agli amici, dalle informazioni sulla salute alle finanze. Sono un gadget adatto a tutti e se un telefono è vittima del crimine informatico, tutti i dati diventano accessibili all’hacker.

La Cina è il paese con il maggior numero di malware al mondo

Fonte: https://www.pandasecurity.com/mediacenter/press-releases/all-recorded-malware-appeared-in-2015/

Ben oltre metà dei computer cinesi sono infetti con software dannoso. Anche con una crescente consapevolezza, gli hacker stanno raggiungendo il loro picco. Gli hacker sono in grado di accedere a informazioni personali, password e infettare altri dispositivi sulla stessa rete dopo aver conquistato un dispositivo. Ciò significa che garantire che le reti rimangano sicure è incredibilmente importante in modo che non si diffonda rapidamente come in Cina.

Trovati nella lista dei più ricercati dell’FBI se sei sorpreso a fare hacking.

Fonte: https://us.norton.com/internetsecurity-emerging-threats-10-facts-about-todays-cybersecurity-landscape-that-you-should-know.html

Esatto, non c’è grazia per questo crimine. C’è un FBI Cyber ​​Most Wanted List e se vieni sorpreso a fare hacking, questo è esattamente dove vai. A partire dal 2018, l’elenco era di oltre 40 persone. Programmatore di computer Park Jin Hyok è il numero 1 della lista. È responsabile di alcune delle intrusioni informatiche più costose della storia.

I suoi attacchi hanno tentato di rubare più di $ 1 miliardo e questa serie di attacchi ha colpito decine di migliaia di computer. Inutile dire che l’FBI non sta scherzando. Questi tipi di reati sono gravi a causa del numero di persone che colpiscono e della quantità di denaro che costano a tutti i soggetti coinvolti.

Circa 60 milioni di americani sono stati colpiti dal furto di identità

Fonte: https://us.norton.com/internetsecurity-emerging-threats-10-facts-about-todays-cybersecurity-landscape-that-you-should-know.html

E questo è solo il numero di americani che sono stati in passato! Con numeri così alti, chissà quanti continueranno ad essere influenzati in futuro? Ogni volta che le persone hanno accesso ai tuoi dati personali, sei a rischio di furto di identità. Pertanto, vuoi assicurarti di essere sempre intelligente con i tuoi dati e proteggerli da eventuali potenziali hacker là fuori. Vuoi ridurre qualsiasi situazione che possa lasciare te e i tuoi dati personali esposti.

Il bersaglio numero uno per gli attacchi mirati sono gli Stati Uniti.

Fonte: https://us.norton.com/internetsecurity-emerging-threats-10-facts-about-todays-cybersecurity-landscape-that-you-should-know.html

Mentre la Cina potrebbe essere lo stato con più malware e L’Indonesia potrebbe avere il più alto tasso di criminalità, gli Stati Uniti sono in cima alla lista degli attacchi mirati. Quali sono gli attacchi mirati? Gli attacchi mirati possono essere sponsorizzati dallo stato o sponsorizzati da gruppi privati, ma sono più spesso questi ultimi.

Gli Stati Uniti sono attualmente un obiettivo per altri stati di interrompere, derubare, sabotare o spiare tramite i loro mezzi informatici. Proprio dietro gli Stati Uniti nei punti 2 e 3 ci sono India e Giappone, rispettivamente.

Il costo medio di una violazione dei dati per un’azienda è di 3,86 milioni di dollari.

Fonte: https://securityintelligence.com/series/ponemon-institute-cost-of-a-data-breach-2018/

Se la tua azienda ha violato i propri dati, preparati a scaricare quasi $ 4 milioni in calo. Ci vorrà una data azienda in tutto il mondo per questo numero di paesi per affrontare i problemi a portata di mano, e ricorda, la maggior parte di questi andrà a far fronte alla perdita di informazioni.

Ora, se sei una società negli Stati Uniti, costa il doppio della quantità di denaro a $ 7,91 milioni. Alla luce di ciò e del fatto che occorreranno 6 mesi per identificare la violazione, potrebbe essere più sicuro istituire misure preventive efficaci.

Un attacco di un hacker si verifica ogni 39 secondi

Fonte: https://www.securitymagazine.com/articles/87787-hackers-attack-every-39-seconds

Non puoi proprio scappare. Una volta ogni singolo minuto, un hacker attacca un determinato computer con accesso a Internet. Questi attacchi hanno un impatto Il 30 percento degli americani ogni anno.

Si stima che il 2020 vedrà 200 miliardi di dispositivi connessi

Fonte: https://www.symantec.com/security-center/threat-report

Il collegamento dei dispositivi è conveniente, ma consente anche agli hacker di accedere a sempre più informazioni dopo aver violato un dispositivo all’interno di una rete. In breve tempo, gli hacker avranno un tempo sempre più facile ottenere l’accesso a tutte le nostre informazioni con pochi clic dei tasti.

Le aziende non sono preparate – e solo il 38% circa delle aziende globali pensa di poter gestire un grosso attacco informatico qualora dovesse accadere.

Fonte: https://www.cybintsolutions.com/cyber-security-facts-stats/

In giro 38 percento delle organizzazioni globali affermano di essere in grado di gestire un “sofisticato attacco informatico”. Dove lascia questo qualcun altro? Questo significa Il 62 percento non è preparato, che sono probabilità terribili quando più della metà delle aziende ha sperimentato una sorta di attacco nell’ultimo anno.

Il ransomware medio è oltre $ 1.000

Fonte: https://www.symantec.com/security-center/threat-report

Se non hai sentito parlare di ransomware, si tratta di un tipo di software dannoso che minaccia i dati personali pubblici o blocca per sempre l’accesso a meno che l’importo non venga pagato. Sebbene non sia necessario pagare il ransomware, è comune che le vittime di questo tipo di attacco informatico paghino per mantenere i loro dati al sicuro.

Inoltre, ciò che è così pericoloso nel ransomware è il fatto che Internet ci consente di collegare le nostre vite in così tanti modi. Con la famiglia, gli amici, la scuola, il lavoro e altro, avere qualsiasi tipo di blocco su questo accesso sembra praticamente insondabile per la maggior parte delle persone. Pertanto, un riscatto è un piccolo prezzo da pagare per avere questo accesso per sempre.

Gli attacchi ransomware alle persone si verificano molto più spesso delle aziende

Fonte: https://cybersecurityventures.com/global-ransomware-damage-costs-predicted-to-exceed-8-billion-in-2018/

Nel 2020, si stima che le imprese saranno afflitte da ransomware attacca ogni 14 secondi (sì – 4 volte al minuto!). Tuttavia, è ancora meno frequente di quanto le persone ricevano queste richieste. Di conseguenza, il ransomware rappresenta una grande quantità dei costi globali di danno degli attacchi di sicurezza informatica.

Statistiche sulla sicurezza informatica: aspetti chiave

Complessivamente, la sicurezza informatica è un grosso problema e sta solo diventando più grande. Mentre i tentativi di phishing, malware, furto di identità e enormi violazioni dei dati aumentano ogni giorno, il mondo sta osservando un’epidemia che sarà risolta solo con un’azione mondiale.

Comprendere il problema ed educare le masse su come affrontare le insicurezze su larga scala nel sistema è il primo passo per garantire che gli hacker non abbiano la possibilità di rubare informazioni e identità (a casa o al lavoro).

Condividere su:

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map