Le 6 principali vulnerabilità di WordPress più comuni (e come risolverle)

WordPress è stato originariamente lanciato come piattaforma di blog che molto più tardi è diventata la soluzione web completa che è oggi, per negozi di e-commerce, blog, notizie e applicazioni a livello aziendale. Questa evoluzione di WordPress ha apportato molte modifiche al suo nucleo e lo ha reso più stabile e sicuro rispetto alle sue versioni precedenti.


Perché WordPress è una piattaforma open source che significa che chiunque può contribuire alle sue funzionalità principali. Questa flessibilità ha giovato sia agli sviluppatori che hanno sviluppato temi e plug-in sia all’utente finale che li utilizza per aggiungere funzionalità ai propri siti WordPress.

Vulnerabilità di WordPress più comuni (e come risolverle)

Questa apertura, tuttavia, solleva alcune serie domande sulla sicurezza della piattaforma che non possono essere ignorate. Questo non è un difetto nel sistema stesso, ma piuttosto la struttura su cui si basa e considerando quanto sia importante, il team di sicurezza di WordPress lavora giorno e notte per mantenere la piattaforma protetta per gli utenti finali.

Detto questo, come utente finale non possiamo semplicemente fare affidamento sul suo meccanismo di sicurezza predefinito poiché facciamo molte modifiche installando vari plugin e temi sul nostro sito WordPress che possono creare scappatoie per essere sfruttati dagli hacker.

In questo articolo, esploreremo vari Vulnerabilità di sicurezza di WordPress e imparerà come evitarli e risolverli per rimanere al sicuro!

Vulnerabilità di WordPress & Problemi di sicurezza

Vedremo ogni problema e la sua soluzione uno per uno.

  1. Brute Force Attack
  2. SQL Injection
  3. Malware
  4. Cross Site Scripting
  5. Attacco DDoS
  6. Vecchie versioni di WordPress e PHP

1. Attacco di forza bruta

Nel termine di Layman, Brute Force Attack comporta un approccio multiplo per tentativi ed errori usando centinaia di combinazioni per indovinare il nome utente o la password corretti. Questo viene fatto utilizzando potenti algoritmi e dizionari che indovinano la password utilizzando un qualche tipo di contesto.

Questo tipo di attacco è difficile da eseguire ma è ancora uno degli attacchi popolari eseguiti sui siti WordPress. Per impostazione predefinita, WordPress non impedisce a un utente di provare più tentativi di errore che consentono a un umano o un bot di provare migliaia di combinazioni al secondo.

Come prevenire e correggere gli attacchi di forza bruta

Evitare la forza bruta è abbastanza semplice. Tutto quello che devi fare è creare una password complessa che includa lettere maiuscole, lettere minuscole, numeri e caratteri speciali poiché ogni personaggio ha valori ASCII diversi e sarebbe difficile indovinare una password lunga e complessa. Evita di usare una password come johnny123 o whatsmypassword.

Inoltre, integra l’autenticazione a due fattori per autenticare due volte gli utenti che accedono al tuo sito. Two Factor Authentication è un ottimo plugin da usare.

2. Iniezione SQL

Uno degli hack più antichi nel libro dell’hacking web è iniettando query SQL per effettuare o distruggere completamente il database utilizzando qualsiasi modulo Web o campo di input.

In caso di intrusione riuscita, un hacker può manipolare il database MySQL e probabilmente ottenere l’accesso all’amministratore di WordPress o semplicemente modificare le sue credenziali per ulteriori danni. Questo attacco viene di solito eseguito da hacker mediocri che stanno testando le loro capacità di hacking.

Come prevenire e correggere SQL Injection

Usando un plugin puoi identificare se il tuo sito è stato o meno vittima di SQL Injection. È possibile utilizzare WPScan o Sucuri SiteCheck per verificarlo.

Inoltre, aggiorna WordPress e qualsiasi tema o plugin che ritieni possa causare problemi. Controlla la loro documentazione e visita i loro forum di supporto per segnalare tali problemi in modo che possano sviluppare una patch.

3. Malware

Codice malevolo viene iniettato in WordPress attraverso un tema infetto, plugin o script obsoleti. Questo codice può estrarre dati dal tuo sito e inserire contenuti dannosi che potrebbero passare inosservati a causa della sua natura discreta.

I malware possono causare danni da lievi a gravi se non gestiti in tempo. A volte l’intero sito di WordPress deve essere reinstallato poiché ha influito sul core. Ciò può anche aggiungere costi alle spese di hosting in quanto una grande quantità di dati viene trasferita o viene ospitata tramite il tuo sito.

Come prevenire e correggere i malware

Di solito, il malware si fa strada attraverso plugin infetti e temi null. Si consiglia di scaricare temi solo da risorse attendibili prive di contenuti dannosi.

Plugin di sicurezza come Succuri o WordFence possono essere utilizzati per eseguire una scansione completa e riparare malware. Nel peggiore dei casi, consultare un esperto di WordPress.

4. Scripting tra siti

Uno degli attacchi più comuni è Cross-Site Scripting noto anche come attacco XSS. In questo tipo di attacco, l’utente malintenzionato carica un codice JavaScript dannoso che, quando caricato sul lato client, inizia a raccogliere dati e, eventualmente, a reindirizzare verso altri siti dannosi che incidono sull’esperienza dell’utente.

Come prevenire e correggere gli script tra siti

Per evitare questo tipo di attacco, utilizza una corretta convalida dei dati attraverso il sito WordPress. Utilizzare la sanificazione dell’output per assicurarsi che venga inserito il giusto tipo di dati. È inoltre possibile utilizzare plug-in come Previeni vulnerabilità XSS.

5. Attacco DDoS

Chiunque abbia navigato in rete o gestisca un sito Web potrebbe essersi imbattuto nel famigerato attacco DDoS. Distributed Denial of Service (DDoS) è la versione avanzata di Denial of Service (DoS) in cui viene inviato un grande volume di richieste a un server Web che lo rallenta e alla fine si arresta in modo anomalo.

DDoS viene eseguito utilizzando single-source mentre DDoS è un attacco organizzato eseguito su più macchine in tutto il mondo. Ogni anno milioni di dollari vengono sprecati a causa di questo famigerato attacco alla sicurezza web.

Come prevenire e correggere gli attacchi DDoS

Gli attacchi DDoS sono difficili da prevenire usando tecniche convenzionali. Gli host Web svolgono un ruolo importante nella protezione del tuo sito WordPress da tali attacchi. Ad esempio, il provider di cloud hosting gestito da Cloudways gestisce la sicurezza del server e segnala qualsiasi cosa sospetta prima che possa causare danni al sito Web del cliente.

WordPress obsoleto & Versioni di PHP

Versioni obsolete di WordPress sono più inclini a essere colpiti da una minaccia alla sicurezza. Con il passare del tempo gli hacker trovano il modo di sfruttarne il core e infine eseguire l’attacco ai siti che utilizzano ancora versioni obsolete.

Per lo stesso motivo, il team di WordPress rilascia patch e versioni più recenti con meccanismi di sicurezza aggiornati. In esecuzione versioni precedenti di PHP può causare problemi di incompatibilità. Poiché WordPress funziona su PHP, richiede una versione aggiornata per funzionare correttamente.

Secondo le statistiche ufficiali di WordPress, il 42,6% degli utenti utilizza ancora varie versioni precedenti di WordPress.

statistiche versione wordpress

Considerando che solo il 2,3% dei siti WordPress è in esecuzione sull’ultima versione di PHP 7.2.

statistiche versione php

Come prevenire e correggere WordPress obsoleto & Versioni di PHP

Questo è facile. Devi sempre aggiornare l’installazione di WordPress all’ultima versione. Assicurati di utilizzare sempre l’ultima versione (ricordati di fare sempre un backup prima di eseguire l’aggiornamento). Per quanto riguarda l’aggiornamento di PHP, dopo aver verificato la compatibilità del tuo sito WordPress, puoi modificare la versione di PHP.

Pensieri finali!

Abbiamo acquisito familiarità con varie vulnerabilità di WordPress e le loro possibili soluzioni. Vale la pena notare che l’aggiornamento svolge un ruolo essenziale nel mantenere intatta la sicurezza di WordPress. E quando noti attività insolite, mettiti in punta di piedi e inizia a scavare fino a quando non trovi il problema poiché questi rischi per la sicurezza possono causare danni in migliaia di $$.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map